Cristina - 1

Pyrgus malvoides

Pyrgus malvoides (Elwes & Edwards, 1897)

Famiglia Hesperiidae

Sottofamiglia Pyrginae

Apertura alare

Da 2,2 a 2,5 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutte le regioni ad eccezione della Sardegna.

Habitat

Prati, ampie radure e incolti, dalla pianura fino a oltre 2500 m.

Periodo di volo

Polivoltina da aprile a giugno e da luglio ad agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie essenze tra cui quelle dei generi Potentilla e Fragaria.

Dimorfismo sessuale

Femmina simile al maschio. Nelle femmine manca la caratteristica tasca, presente nei maschi, lungo il bordo anteriore (o costa) dell’ala anteriore formata da una piega della membrana alare.

Variazioni

Il colore del rovescio delle ali posteriori è molto variabile e va dall’arancione pallido al bruno nerastro. In alcuni esemplari sul diritto delle ali anteriori le macchie bianche possono essere grandi e confluire tra loro (forma taras).

Specie simili

Tutte quelle del genere Pyrgus da cui si distingue per avere sul diritto delle ali posteriori dei punti bianchi piccoli ma ben nitidi, mentre nelle altre, quando presenti, sono sempre velati di grigio. Caratteristica questa comune con Pyrgus malvae che però si distingue da P.malvoides per una serie di macchie bianche premarginali su tutte le ali, in particolare sulle posteriori. Sul rovescio delle ali posteriori risaltano le nervature in giallo.

Armatura genitale maschile

1 - stilo liscio
2 - antistilo ben sviluppato.