Erebia epiphron

Erebia epiphron (Knoch, 1783)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Satyrinae

Apertura alare

Da 2,8 a 3,3 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutto l’arco alpino e in alcune località dell’Appennino dalla Liguria sino al Lazio e all’Abruzzo.

Habitat

Pendii erbosi da 1400 a 2800 m.

Periodo di volo

Univoltina in luglio e agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie graminacee in particolare quelle dei generi Poa, Aira, Nardus e Festuca.

Dimorfismo sessuale

Femmina più chiara.

Variazioni

Specie estremamente variabile sia per l’ampiezza della banda rossa che per il numero di punti neri che possono anche mancare completamente.

Specie simili

Erebia melampus e Erebia pharte che però presentano le macchie fulvo-rossastre sul rovescio dell’ala posteriore. Erebia christi che presenta sull’ala anteriore una serie di quattro punti neri ovali disposti in linea retta, mentre in E.epiphron manca il primo punto e il quarto è spostato all’interno.

Armatura genitale maschile

1 - Valva diritta con apice affusolato
2 - piccoli denti regolari lungo tutto il margine costale o per i suoi due terzi distali.