Menu

Melitaea asteria

Melitaea asteria (Freyer, 1828)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Melitaeinae

Apertura alare

Da 2,4 a 2,8 cm.

Distribuzione in Italia

Limitata alla zona di Livigno, del Passo dello Stelvio, del Passo di Vizze e del Passo del Brennero.

Habitat

Prati alpini e vallette umide da 1900 a 2800 m.

Periodo di volo

Univoltina da luglio ad agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Plantago alpina.

Dimorfismo sessuale

Femmina più grande e con colore fulvo tendente al giallo biancastro.

Variazioni

Nei maschi presenta un accentuato melanismo con un’ampia spolveratura nera. Anche la forma delle ali può variare con esemplari dalla forma classica arrotondata ed altri con ali strette.

Specie simili

Facilmente riconoscibile essendo la più piccola del genere Melitaea. Manca sul rovescio delle ali la doppia linea scura marginale di cui solo in alcuni esemplari se ne intravede una traccia esilissima. Nei maschi è presente un accentuato melanismo con un’ampia spolveratura nera.

Armatura genitale maschile

Foto 10 - valva,
1 - processo terminale della valva costituito da due punte divergenti di cui quella verso il basso molto grande e può presentare uno o due denti sul suo lato inferiore,
2 - arpa non a fuoco in quanto sporgente lateralmente,
Foto 08 - valva inquadrata con una particolare angolazione per mostrare l’arpa
1 - processo terminale della valva,
2 - arpa con alcuni denti sul lato inferiore.