Cristina - 1

Coenonympha darwiniana

Coenonympha darwiniana, Staudinger, 1871

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Satyrinae

Apertura alare

Da 2,8 a 3,4 cm.

Distribuzione in Italia

Presente solo sulle Alpi.

Habitat

Praterie alpine e subalpine da 1300 a oltre 2200 m.

Periodo di volo

Univoltina da metà giugno a metà agosto secondo la quota.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie graminacee tra cui quelle del genere Poa.

Dimorfismo sessuale

Femmina simile al maschio, ma sul diritto delle ali anteriori il bordo scuro è più stretto e grigio.

Variazioni

In alcuni rari esemplari può mancare l’anello fulvo bordato di scuro che contorna gli ocelli, utilizzato per la determinazione della specie.

Specie simili

Coenonympha gardetta da cui si distingue per il rovescio delle ali posteriori che presenta la posizione del primo ocello a cavallo tra il bordo della banda bianca e la zona scura della base dell’ala, mentre in C. gardetta è all’interno della banda bianca. In C.darwiniana il contorno fulvo degli ocelli è bordato di scuro come in C. arcania. Nei rari casi in cui il citato anello fulvo non è presente in C. darwiniana o al contrario è presente in C. gardetta, è utile osservare la distanza tra i primi due ocelli che in C. darwiniana sono più staccati tra loro rispetto ai successivi, mentre in C. gardetta hanno una disposizione regolare con distanziatura uniforme. Da C. aracania si distingue per la mancanza, nella banda bianca, della punta che si protende all’interno della cellula discoidale.