Cristina - 1

Erebia meolans

Erebia meolans (de Prunner, 1798)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Satyrinae

Apertura alare

Da 3,5 a 4,5 cm.

Distribuzione in Italia

Sulle Alpi ad eccezione dell’estremità orientale e sugli Appennini dalla Liguria all’Abruzzo, ma ovunque localizzata.

Habitat

Pendii erbosi con presenza di rocce da 800 a 2200 m.

Periodo di volo

Univoltina da giugno a metà agosto secondo la quota.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie graminacee tra cui quelle dei generi Festuca, Poa, Lolium, Deschampsia, Agrostis e Nardus.

Dimorfismo sessuale

La femmina è di dimensioni maggiori con la zona fulva meno rossa, ma molto estesa e con ocelli più grandi.

Variazioni

Alcuni maschi possono avere sul diritto delle ali anteriori cinque ocelli come in genere le femmine. Le popolazioni dell’Italia centrale sono più scure.

Specie simili

Erebia styx e Erebia montana da cui si distingue sul rovescio delle ali anteriori per la zona fulva che presenta una separazione abbastanza netta con la zona scura basale delle ali. Le femmine hanno, sul rovescio delle ali posteriori, una spolveratura di squame chiare con una filigrana molto fine.

Armatura genitale maschile

1 - valva corta e larga
2 - processo posteriore largo e coronato di denti.