Cristina - 1

Melitaea phoebe

Melitaea phoebe ([Denis & Schiffermüller], 1775)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Melitaeinae

Apertura alare

Da 3,5 a 4,8 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutte le regioni, isole comprese, ad eccezione della Sardegna.

Habitat

Pascoli fioriti, incolti e margini di boschi dalla pianura sino a 2300 m.

Periodo di volo

Polivoltina a bassa quota da metà aprile a giugno e da metà luglio ai primi di settembre. In quota, sulle Alpi, univoltina con periodo di volo da luglio a metà agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie specie del genere Centaurea.

Dimorfismo sessuale

Femmina col colore fulvo più chiaro e in alcune zone, verso il bordo, tendente al giallo biancastro e con velatura nera più estesa.

Variazioni

Vi è una notevole differenza sia nelle dimensioni che nel disegno, più o meno scuro, tra individui di popolazioni diverse.

Specie simili

Melitaea aetherie da cui si distingue per la seconda serie di archetti neri, partendo dal bordo esterno, che in Melitaea aetherie sono mancanti o in buona parte obliterati. Anche tutti i disegni neri del rovescio risultano in Melitaea aetherie molto esili. Altra specie simile è Melitaea cinxia che presenta sempre sia sul diritto che sul rovescio delle ali posteriori una serie di punti neri nella fascia fulva premarginale. In alcune femmine di Melitaea phoebe possono essere presenti questi punti, ma solo sul diritto dell’ala, e spesso confluenti con la serie di archetti neri premarginali. Melitaea ornata è molto simile e difficile da distinguere da Melitaea phoebe. L’elemento più semplice per determinarle è la forma degli archetti marginali sul rovescio delle ali posteriori che in Melitaea phoebe si toccano formando una banda continua, mentre in Melitaea ornata sono leggermente staccati tra loro e più ispessiti al centro.

Armatura genitale maschile

Foto 17 - valva,
1 - arpa,
2 - processi terminali: 2a processo dorsale ben sviluppato e appuntito, 2b processo centrale piccolo, 2c processo inferiore con la base larga.