Cristina - 1

Carcharodus alceae

Carcharodus alceae (Esper, [1780])

Famiglia Hesperiidae

Sottofamiglia Pyrginae

Apertura alare

Da 2,4 a 2,8 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutte le regioni, isole comprese.

Habitat

Incolti e ampie radure, dal livello del mare sino a 1700 m.

Periodo di volo

Polivoltina da aprile a maggio e da luglio a settembre.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie malvacee.

Dimorfismo sessuale

Nei maschi è presente lungo il bordo anteriore (o costa) dell’ala anteriore una piega della membrana alare che forma una caratteristica tasca. La femmina è simile al maschio, ma senza piega sull’ala.

Specie simili

Carcharodus floccifer e Carcharodus baeticus. Si distingue per la colorazione che tende al marrone, per le minute aree traslucide delle ali anteriori e per la bordatura scura continua del rovescio delle ali posteriori da cui sporgono le frange costituite da trattini chiari e scuri.

Armatura genitale maschile

Foto 12 - valva:
1 - valva triangolare, corta
2 - stilo rappresentato da un processo densamente spinoso
3 - antistilo lungo, incurvato, con finale appuntito
4 - cucullus ascendente, stretto, con apice a punta che abbraccia lo stilo.