Cristina - 1

Euchloe crameri

Euchloe crameri, Butler, 1869

Famiglia Pieridae

Sottofamiglia Pierinae

Apertura alare

Da 3 a 4,6 cm.

Distribuzione in Italia

Limitata alla Liguria ed al Piemonte meridionale, è stata inoltre segnalata una piccola colonia nel bolognese.

Habitat

Prati e pendici collinari dal livello del mare sino a 1400 m.

Periodo di volo

Polivoltina da marzo ad aprile e da maggio a giugno.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie crucifere dei generi Sinapis, Iberis, Biscutella, Rhaphanus, Moricandia e Isatis.

Dimorfismo sessuale

Femmina simile al maschio con macchia nera al limite della cellula discoidale più grande e spesso con una leggera velatura gialla sul diritto delle ali posteriori.

Variazioni

Gli esemplari della seconda generazione sono di dimensioni maggiori e presentano il rovescio delle ali posteriori cosparso di squame gialle, in particolare lungo le nervature, si osservano inoltre gli spazi bianchi più estesi.

Specie simili

Tutte le specie del genere Euchloe, ma in particolare va distinta da Euchloe ausonia, con cui può convivere nel sud del Piemonte e con Euchloe tagis. Pur essendo molto facile confondere E .ausonia con E. crameri se si osserva attentamente il bordo esterno dell’ala anteriore si può notare come spesso in E. crameri esso sia più concavo, ovvero leggermente arcuato verso l’interno.

Armatura genitale maschile

Confronto tra E.crameri e E.ausonia.
Foto 15 - immagine dell’armatura genitale, con asportata la valva sinistra, di E.crameri che non presenta apparenti differenze da E.ausonia,
Foto 16 - immagine della valva dal lato interno di E.crameri che non presenta apparenti differenze da E.ausonia,
Foto 17 - immagine del penis (o aedeagus) di E.crameri che presenta una curvatura più accentuata rispetto a E.ausonia.