Erebia christi

Erebia christi, Rätzer, 1890

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Satyrinae

Apertura alare

Da 3,2 a 3,5 cm.

Distribuzione in Italia

Specie endemica presente solo in poche località delle Alpi a sud del Sempione.

Habitat

Pareti rocciose esposte a est e sud-est, tra i 1600 e i 2200 m.

Periodo di volo

Univoltina in luglio.

Pianta alimentare dei bruchi

Festuca varia e Festuca ovina.

Dimorfismo sessuale

Femmina più chiara.

Variazioni

Il numero degli ocelli ciechi disposti in linea retta sulle ali anteriori varia da due a quattro.

Specie simili

Gli esemplari tipici non possono venire confusi con altre Erebia per la presenza sull’ala anteriore di una serie di quattro punti neri ovali disposti in linea retta, ma quando alcuni di questi mancano può essere confusa con Erebia epiphron. In questo caso occorre osservare la colorazione del rovescio dell’ala posteriore che in E. christi è divisa in due con la parte basale più scura e la metà marginale più chiara. In E. christi è particolare anche la forma dell’ala anteriore con l’angolo tra il bordo esterno e il bordo interno molto arrotondato.

Armatura genitale maschile

1 - Valva abbastanza larga, poco arcuata
2 - denti lungo il margine costale abbastanza grandi che si mantengono regolari sino all’apice.