Cristina - 1

Satyrium acaciae

Satyrium acaciae (Fabricius, 1787)

Famiglia Lycaenidae

Sottofamiglia Theclinae

Apertura alare

Da 2,4 a 2,9 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutte le regioni, ad eccezione delle isole, ma quasi ovunque limitata a piccole popolazioni.

Habitat

Terreni accidentati, cespuglieti e margine di boschi, dalla pianura a 2000 m.

Periodo di volo

Univoltina da giugno a metà agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Prunus spinosa.

Dimorfismo sessuale

Minimo, con femmina leggermente più grande, ma con un vistoso ciuffo di peli neri all'estremità dell’addome.

Variazioni

Alcuni esemplari possono presentare una riduzione della banda bianca sul rovescio fino a mancare completamente.

Specie simili

Rispetto alle altre Satyrium la linea bianca sul rovescio delle ali è più esile, con un andamento arcuato e con solo piccole ondulazioni anche nella parte terminale. La colorazione del rovescio delle ali è più chiara e tende al grigio. Le lunule arancioni sono grandi nella zona anale per poi ridursi in modo repentino e scomparire. La penultima lunula è leggermente cosparsa di squame azzurre.