Cristina - 1

Boloria napaea

Boloria napaea (Hoffmannsegg, 1804)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Argynninae

Apertura alare

Da 3,4 a 4,2 cm.

Distribuzione in Italia

Presente solo sulle Alpi.

Habitat

Prati e pendii erbosi da 1700 a 2600 m.

Periodo di volo

Univoltina da metà giugno ad agosto.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie specie dei generi Viola e Polygonum.

Dimorfismo sessuale

Femmina più grande, spesso con forte velatura scura che le conferisce dei riflessi viola oppure, negli esemplari con poca velatura, con il colore fulvo che tende, verso il bordo, a schiarire in giallo biancastro.

Variazioni

Come già detto, parlando del dimorfismo sessuale, le femmine possono presentare due forme individuali, una chiara, senza velatura nera, e una scura con riflessi viola.

Specie simili

Boloria pales con cui convive in tutte le Alpi. Boloria pales è più piccola, con il disegno sul rovescio delle ali posteriori più rossastro e ben contrastato. Sul diritto la femmina ha una colorazione simile al maschio e solo in alcuni esemplari vi è la tendenza del colore fulvo a volgere al giallo verso i bordi. Oltre a quanto già descritto sulle differenze tra le due specie è utile, per distinguerle, osservare, sul diritto delle ali anteriori, la posizione del tratto nero posto al centro tra le due nervature cubitali. Questo tratto in B. napaea è sempre leggermente staccato dal punto in cui la prima nervatura cubitale si inserisce nella nervatura che contorna la cellula discoidale. In B. pales, nell’80% dei casi, tocca il punto di confluenza.

Armatura genitale maschile

Foto 24 - immagine della valva (1) con la parte libera denominata arpa (2). Rispetto a Boloria pales queste parti risultano leggermente più grandi e la parte dentata dell’arpa più lunga.
Foto 25 - arpa della valva dell’armatura genitale maschile.