Cristina - 1

Polyommatus bellargus

Polyommatus bellargus (Rottemburg, 1775)

Famiglia Lycaenidae

Sottofamiglia Polyommatinae

Apertura alare

Da 2,9 a 3,3 cm.

Distribuzione in Italia

Presente dal nord sino al Monte Pollino in Calabria.

Habitat

Praterie e prati secchi, dalla pianura fino a oltre 2000 m.

Periodo di volo

Polivoltina da fine aprile ai primi di luglio e da agosto ai primi di settembre.

Pianta alimentare dei bruchi

Piante del genere Hippocrepis e altre leguminose.

Dimorfismo sessuale

Vistosa differenza nell’aspetto tra maschi, con diritto azzurro, e femmine marroni con lunule marginali arancioni e rovescio simile al maschio, ma leggermente più scuro.

Variazioni

Un certo numero di femmine può presentare un ampio azzurramento della superficie superiore delle ali (forma coelestis). Questa specie può ibridarsi con P. coridon dando origine a individui maschili con colorazione intermedia (forma polonus).

Specie simili

Polyommatus icarus da cui si distingue per la presenza nelle frange bianche di una serie di squame nere in corrispondenza delle nervature. Dalle altre specie di licenidi si riconosce per la presenza sul rovescio delle ali anteriori di uno o due punti neri basali. Questa caratteristica si ritrova anche in P. gennargenti, da cui si distingue per l'isolamento geografico, in P. coridon e P. hispanus che hanno però il diritto dei maschi color azzurro pallido tendente al verdognolo con bordo nero. Sul rovescio di P.bellargus i punti neri sono ben marcati.