Cristina - 1

Melitaea deione

Melitaea deione (Geyer, [1832])

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Melitaeinae

Apertura alare

Da 3,3 a 4,3 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in alcune località dell’arco alpino di Liguria, Piemonte, Val d’Aosta e Trentino Alto Adige.

Habitat

Praterie sia secche che moderatamente umide da 700 a 1800 m.

Periodo di volo

Polivoltina da maggio a metà giugno e da agosto ai primi di settembre.

Pianta alimentare dei bruchi

Varie essenze dei generi Linaria, Anthirrhinum, ecc...

Dimorfismo sessuale

Femmina più grande e con colorazione fulva variegata, quasi a formare delle bande alternate più chiare e più scure.

Specie simili

Si distingue dalle altre specie del genere Melitaea per i disegni neri che formano un reticolo uniforme senza fasce particolarmente sviluppate e per il tipico tratto nero situato tra la seconda nervatura cubitale e quella anale. Questo sul diritto delle ali assume la forma di una x sdraiata, mentre sul rovescio ha quasi sempre la forma di una y sdraiata. Tale carattere risulta vagamente presente anche in Melitaea varia, che tuttavia è più piccola e mostra nei maschi una riduzione dei disegni neri, nelle femmine una vistosa velatura scura.

Armatura genitale maschile

Foto 17 - armatura genitale maschile vista dall’alto
1 - tegumen,
2 - valva,
3 - processo terminale della valva,
4 - arpa,
Foto 18 - valva,
1 - valva,
2 - arpa,
3 - processo terminale della valva con denti di forma e numero variabile sul lato dorsale,
Foto 19 - valva con evidenziata l’arpa,
1 - valva,
2 - arpa con un numero variabile di denti,
3 - processo terminale della valva.