Cristina - 1

Erebia medusa

Erebia medusa ([Denis & Schiffermüller], 1775)

Famiglia Nymphalidae

Sottofamiglia Satyrinae

Apertura alare

Da 3,5 a 4,2 cm.

Distribuzione in Italia

Presente in tutto l’arco alpino soprattutto orientale e in alcune località dell’Appennino di: Liguria, Piemonte, Lombardia, Toscana e Abruzzo.

Habitat

Pendii erbosi umidi vicino a zone alberate da 1000 sino a 2000 m., ma in Abruzzo scende anche a 600 m.

Periodo di volo

Univoltina da metà maggio a fine luglio secondo la quota.

Pianta alimentare dei bruchi

Bromus erectus e varie graminacee in particolare quelle dei generi Poa e Festuca.

Dimorfismo sessuale

Femmina più chiara.

Variazioni

Alcune popolazioni presentano una riduzione delle macchie fulve attorno agli ocelli.

Specie simili

Erebia oeme che presenta su tutte le ali le macchie fulve più rossastre e le clave delle antenne nere, mentre in E. medusa queste sono in parte fulve.

Armatura genitale maschile

Valva affusolata (1) con l’apice leggermente bulboso (2) con piccoli denti costali.